Fresh

NEWS

La pizza si fa show. Parola di LucaBi.

grecco-pizzeria-roma

Il 1° Aprile Grecco Enjoy parte per una nuovissima avventura. Il nostro Pizza Chef Luca Belliscioni, in arte LucaBi, ci porterà dritti a “La città della Pizza”, progetto interamente dedicato al food più buono e tradizionale del bel paese. Guido Reni n 7 si riempirà di pale e farina, accogliendo nei suoi spazi i 30 migliori maestri pizzaioli d’Italia. E il nostro “biondo in bicicletta” è proprio uno di loro.

Noi che ben lo conosciamo, navigati cheerleader della sua pizza al sesamo, abbiamo deciso di intervistarlo “in casa”. Tra una pala gourmet e una cesanese da condire, Lucabi ci ha aperto il suo cuore. E il suo forno a 3 bocche.

Nome? Luca Belliscioni

Professione? Pizzaiolo da 15 anni, Pizza Chef da sempre.

Segni particolari? Biondo, alto, occhi azzurri. Insomma bello e pure bravo.

Ne vogliamo parlare o non ne vogliamo parlare? E parliamone, dai!

Cosa ti aspetti da questa grande manifestazione? Mi aspetto emozioni, mi aspetto di dare e ricevere tanto. Si prevedono oltre 15mila persone a questo evento, tra maestri esperti e giudici popolari. Quello che mi aspetto è di stupire col prodotto che porto, o meglio non deludere le aspettative. Sono sicuro che le pizze che porteremo sul palco sono all’altezza di questo grande evento.

Perché LucaBi nella rosa dei 30 migliori pizzaioli d’Italia? Un po’ fortuna quella che un giorno ha fatto capitare qui, al Grecco Enjoy, Emiliano de Venuti e Luciano Pignataro, autori della manifestazione “la Città della pizza”. E un po’ anche perché ci so fare se entrambi, assaggiando la mia pizza, l’hanno ritenuta buona e all’altezza dei nomi che portano.

Le pizze che LucaBi presenterà alla “Città della Pizza”? Beh, come classica porteremo una Margherita un po’ rustica, con un pelato frullato, che lascia il tocco del pomodoro fresco, bufala e un olio evo aromatizzato al basilico. Come cavallo battaglia la focaccia al sesamo, ormai un must del Grecco Enjoy (se ne parla in tutto il quartiere). Come limited edition abbiamo scelto di sorprendere con la pizza dello sportivo: base focaccia, vellutata di carote, scaglie mandorle tostate, breasaola e basilico.

Cos’ha di forte questa tua limited edition? E’ sicuramente una pizza particolare perché studiata per un soggetto ben preciso, lo sportivo. Non è una qualsiasi pizza gourmet, è un prodotto che bilancia alla perfezione carboidrati, proteine e grassi. Si parte da una base di sapore e si crea una cromaticità per cui il prodotto finale è buono, bello e colorato. In più è leggero, è un prodotto a lunga lievitazione, fatto di farine 100% biologiche e di prodotti freschi.

Del resto la Filosofia di LucaBi… è mangiare buono e sano. Le  materie prime che scegliamo per le nostre pizze sono di ottima qualità. Dagli olii alle farine, verdure fresche, nessun barattolame, solo “il più buono”, per creare una pizza di lusso, ma non nel costo, nella bontà. La bontà alla portata di tutti, quello che di base proponiamo ogni giorno sul banco del Grecco Enjoy.

La paura più grande di questo 1° Aprile? Non ho  grandi paure per “La città della Pizza”. A parità di impasti e attrezzature credo di poter essere all’altezza dei vari confronti. E spero in grandissime affluenze da panico, per far conoscere il nostro prodotto a sempre più persone. Perché forse l’unica paura, in un discorso più ampio, è quella di rimanere “uno dei tanti”. LucaBi non vuole essere uno dei tanti.

LucaBi. Cosa c’è dietro al tuo personaggio? C’è la voglia di essere conosciuto, che la gente sappia chi sono, per un discorso personale legato al riconosscimento. Riconoscimento di chi come me, dopo una vita di villaggio, è abituato a stare in uno show, su un palco. Quello che provo a fare, anche con l’intensa attività social che curo da ormai 1 anno  e mezzo, è ricreare nella mia cucina una sorta di show.  E sul banco lo stesso con il cliente.  Nel fidelizzarlo, col quadratino di pizza, con la battuta e con il racconto del’arte della mia piazza. E c’è questo dietro, una voglia di notorietà che, siamo sinceri, un po’ tutti abbiamo.

E come si sveglierà Lucabi il 2 Aprile? Il giorno dopo “La città della Pizza”, intanto Pensiamo  a svegliarci (ride di gusto). Poi, una volta svegliati, saremo fisicamente stressati ma mentalmente cresciuti. Come Lucabi sarò sicuramente più appagato e mi sentirò stimolato a fare sempre di più. Avrò imparato ed avrò dato il meglio del meglio in entrambi i casi. E sicuramente il mio nome, il Grecco Enjoy e la nostra pizza avranno guadagnato spazi in più e mondi in più, e questo è importantissimo.  Tornerò sul mio banco e continuerò a cercare nel cliente quello stimolo di cui ho bisogno quando un evento come “La città della Pizza” giunge al termine. E sarà lo stesso ambiente in cui lavoro a darmelo. Per crescere io nel Grecco Enjoy e crescere insieme come facciamo ogni giorno.

 

E senza troppi convenevoli LucaBi ritorna al suo forno e ai suoi impasti e vi aspetta insieme allo staff del Grecco Enjoy a “La città della Pizza”.  1° Aprile, Guido Reni 7. Roma. Per voi che amate le cose buone, la tradizione e le attenzioni. Noi? Abbiamo appena iniziato a riscaldarci.

 

Written by Martina Amanda Papaleo (The Brus).

Categories

0
Share
Facebook Twitter Google
BACK TO LIST

LEAVE A COMMENT